Zeineb Bekay
FacebookTwitterGoogle+Pinterest

«Ogni volta che finisco un turno avrei subito voglia di cominciarne un altro».

Da grande vuole fare l’infermiera. Anche per questo, circa un paio d’anni fa, alcuni amici hanno consigliato a Zeineb Bekay di fare il corso per militi volontari alla Pubblica Assistenza di Bologna. «Ho sempre avuto questo grande sogno, forse un po’ ambizioso ma autentico: aiutare gli altri, rendermi utile per chi soffre, e così ho colto il suggerimento dei miei amici – sottolinea Zeineb, che è di origini tunisine, ma vive in Italia da quando era bambina -. Ho fatto il corso quando avevo 17 anni e non appena sono diventata maggiorenne ho iniziato a prestare servizio sull’ambulanza. Nella Pubblica Assistenza ho davvero trovato una seconda famiglia, ho stretto un rapporto speciale con i membri di tutti gli equipaggi con cui “lavoro”. Faccio i turni del sabato sera e a volte della domenica: praticamente passo in pubblica ogni weekend. Tutti mi hanno accolta facendomi sentire immediatamente a casa: persone meravigliose, dal presidente al responsabile operativo, fino ad ogni singolo volontario».

Zeineb ha 19 anni (è la più giovane del gruppo di volontari di Bologna) e frequenta un istituto tecnico commerciale. «So che può sembrare strano, ma ogni volta che finisco un turno avrei subito voglia di cominciarne un altro – sorride -. L’esperienza più bella di questi mesi in Pubblica non la dimenticherò mai: una bambina spaventata che mi salta al collo e si tranquillizza. Ecco cosa intendo quando dico che a volte un sorriso è sufficiente a ripagarti di ogni tipo di fatica».